Farmaci anti-infiammatori

In genere si chiamano antidolorifici. Di solito si usano per il mal di schiena, mal di testa o l’artrite. Il medico li chiama "FANS", che sta per farmaci anti-infiammatori non steroidei. Per qualsiasi ragione si prendano, i FANS sono tra i farmaci più popolari in tutto il mondo. Alcune stime suggeriscono che circa il 15% della popolazione degli Stati Uniti assume regolarmente un FANS (compresi quelli senza prescrizione).
Alcuni dei FANS più comuni sono l'ibuprofene (come il Brufen), il naprossene (come il Naproxin) e il celecoxib (come in Celebrex).

Perché i FANS sono così popolari?

Ci sono diversi motivi:

Questi farmaci in molte condizioni, funzionano abbastanza bene - oltre ad avere un effetto antidolorifico, possono ridurre la febbre e l'infiammazione. Sono relativamente economici, e per la maggior parte di essi esiste la versione generica più economica. Alcuni sono disponibili come farmaci da banco (prodotti giudicati sicuri e appropriati per l’utilizzo senza che sia necessaria la supervisione di un medico, e possono essere acquistati senza prescrizione) ma, a dosi più elevate, conviene avere la prescrizione medica. Hanno un buon profilo di sicurezza.

Il lato negativo dei FANS

Nessun farmaco è completamente sicuro, e questo è certamente vero per i FANS. In cima alla lista ci sono problemi digestivi tra cui disturbi di stomaco, bruciore di stomaco e ulcere. Sono comuni anche lesioni renali, lividi o sanguinamento e reazioni allergiche lievi (come eruzioni cutanee). Effetti indesiderati meno comuni, tra cui gravi reazioni allergiche e danno epatico, possono avere anche una certa gravità.I FANS possono anche aumentare il rischio di problemi cardiaci, sebbene questo rischio varia a seconda del particolare FANS e della persona che lo assume. Tuttavia, la stragrande maggioranza delle persone che assumono FANS nelle dosi raccomandate con un monitoraggio appropriato (come l'analisi del sangue periodica) non hanno problemi importanti dopo il loro uso.

Possono essere dannosi?

La disponibilità diffusa e la buona documentazione sulla sicurezza dei FANS rendono facile il loro utilizzo. Per prima cosa, ci sono più di 20 Fans diversi, quindi esiste la possibilità di prenderne più di uno senza rendersene conto. Inoltre, molti di questi sono disponibili come prodotti da banco e sono inclusi in combinazione con altri farmaci. Esempi includono farmaci su prescrizione come Arthrotec (una combinazione di NSAID diclofenac e misoprostolo, un farmaco che aiuta a proteggere lo stomaco) e prodotti disponibili sullo scaffale della farmacia, come tachifene (ibuprofene più paracetamolo). Quindi, intenzionalmente o per caso, è facile prendere più del dosaggio raccomandato.
Un nuovo studio effettuato negli Stati Uniti di America  ritiene che l’assunzione di più di un fans potrebbe rappresentare un problema. Infatti tra più di 1.300 persone che hanno utilizzato l'ibuprofene si è visto che più di un terzo ha anche preso un secondo FANS. Meno della metà di questi utilizzatori di " un antinfiammatorio doppio" si è reso conto che più di uno dei farmaci assunti era un FANS. Fino al 15% ha assunto più del dosaggio raccomandato.
Il superamento della dose massima raccomandata era particolarmente comune tra gli uomini, quelli con dolore cronico, quelli con scarsa conoscenza delle raccomandazioni sul dosaggio e coloro che decidevano da soli  la dose opportuna.
I FANS possono essere farmaci molto utili, ma possono causare problemi. Il rischio di effetti collaterali gravi aumenta se assunto in dosi superiori a quelle raccomandate.
Fatta eccezione per l'aspirina a basso dosaggio (comunemente adottata per prevenire infarto o ictus), i FANS vengono utilizzati principalmente per alleviare i sintomi di dolore o febbre.

Se si pensa che il FANS non sia utile (o se non si ha la certezza), chiedete al medico di interromperlo - incorrere in rischi correlati al loro uso non vale la pena se non ci sono benefici. Inoltre potrebbe esserci un'opzione migliore, come il semplice paracetamolo o Tachipirina .
Si consiglia di tenere un elenco aggiornato di tutti i farmaci assunti , compresi i farmaci da banco. Leggere il cosiddetto bugiardino con le istruzioni e seguire quanto suggerito. In  caso di dubbio, chiedere consigli  al medico o al farmacista.