Un rimedio naturale che funziona meglio degli antibiotici.

Questo articolo è stato pubblicato il 19 agosto sulla sezione Scienze del The Guardian.

Secondo una recente pubblicazione il miele è un trattamento migliore per la tosse e il raffreddore rispetto agli antibiotici. La ricerca suggerisce che il miele è anche più efficace di molti farmaci da banco.

 

  Vasetto di miele con favo

Scrivendo sulla rivista BMJ Evidence Based Medicine, i ricercatori hanno affermato che in base ai loro dati raccomanderebbero il miele come alternativa agli antibiotici.

Il miele può essere migliore dei trattamenti convenzionali per tosse, naso chiuso e mal di gola, secondo questi ricercatori. La sostanza è economica, prontamente disponibile e non ha praticamente effetti collaterali.

I medici possono raccomandarlo come alternativa adeguata agli antibiotici, che sono spesso prescritti per tali infezioni, anche se non sono efficaci, hanno detto gli scienziati dell'Università di Oxford. Le infezioni del tratto respiratorio superiore (URTI) colpiscono il naso, la gola, la casella vocale e le grandi vie aeree (bronchi) che portano dalla trachea ai polmoni.

Ci sono prove che il miele venga usato nei bambini - anche se il sistema sanitario britannico avverte di non darlo ai bambini a causa del pericolo di botulismo - ed è stato a lungo usato come rimedio casalingo per curare tosse e raffreddore. Ma le prove della sua efficacia per una serie di sintomi del tratto respiratorio superiore negli adulti non sono state mai riviste in modo sistematico.

Per risolvere questo problema, gli scienziati hanno esaminato i database di ricerca per studi pertinenti che confrontano il miele e le preparazioni che lo includevano come ingrediente, con le cure usuali, principalmente antistaminici, espettoranti, sedativi della tosse e antidolorifici. Hanno trovato 14 studi clinici adatti, che hanno coinvolto 1.761 partecipanti di età diverse.

L'analisi dei dati degli studi ha indicato che il miele era più efficace della solita cura per migliorare i sintomi, in particolare per la frequenza e la gravità della tosse. Due degli studi hanno mostrato che i sintomi sono durati uno o due giorni in meno tra i pazienti trattati con il miele.

Tuttavia, i ricercatori, Hibatullah Abuelgasim, della Oxford University Medical School, e Charlotte Albury e Joseph Lee, del Nuffield Department of Primary Care Health Sciences, hanno notato che il miele è una sostanza complessa e non un prodotto uniforme. Hanno anche sottolineato che solo due degli studi hanno coinvolto un placebo, affermando che è necessario fare più studi di questo tipo prima di poter raggiungere conclusioni definitive.

Scrivendo sulla rivista BMJ Evidence Based Medicine, gli autori hanno affermato: “Le infezioni del tratto respiratorio superiore sono la ragione più frequente per la prescrizione di antibiotici. Poiché la maggior parte delle URTI sono virali, la prescrizione di antibiotici è inefficace e inappropriata ".

I ricercatori suggeriscono che il miele potrebbe quindi fornire un'alternativa quando i medici vogliono prescrivere qualcosa per trattare in sicurezza i sintomi del tratto respiratorio superiore.

I ricercatori concludono: “Il miele è un rimedio popolare di uso frequente che è ben noto ai pazienti. È anche economico, di facile accesso e presenta danni limitati. Quando i medici desiderano trattare le infezioni del tratto respiratorio consigliamo il miele come alternativa agli antibiotici.

"Il miele è più efficace e meno dannoso delle solite alternative terapeutiche ed evita di causare danni a causa della resistenza antimicrobica".

 

  • Questo articolo è stato modificato il 19 agosto 2020 per chiarire che il miele non dovrebbe essere somministrato ai bambini di età inferiore a un anno.