Puoi aumentare la memoria camminando all'indietro?

Hai perso le chiavi della tua macchina? Invece di tornare sui tuoi passi, potresti voler provare a camminare all'indietro per rafforzare la memoria.
Uno studio dimostra che camminare all’indietro può aiutare  a rinforzare la memoria a breve termine.Lo studio pubblicato nel numero di gennaio di Cognition ha scoperto che le persone che camminavano all'indietro, o immaginavano di camminare all'indietro, o persino di guardare un video che simulava il movimento all'indietro, avevano un ricordo migliore degli eventi passati di quelli che camminavano avanti o rimanevano seduti  o fermi.

Perché? È ancora un fenomeno di misterioso, affermano  il dottor Daniel Schacter,  William R. Kenan, Jr., professore di psicologia presso il Dipartimento di psicologia dell'Università di Harvard. È possibile che le persone associno il camminare all'indietro con il passato e questo in qualche modo innesca una risposta positiva  della memoria. "Sappiamo che il fenomeno non può avere nulla a che fare con il modo in cui hanno acquisito le informazioni", afferma il Dr. Schacter. Dopo tutto, le persone non stavano camminando all'indietro quando hanno memorizzato i ricordi testati in questo studio. Potrebbero essere necessari studi futuri per gettare ulteriore luce sulla questione. "Ma ho trovato i risultati intriganti", afferma il dottor Schacter.

Test sugli effetti del movimento

I ricercatori hanno deciso di testare l'effetto del movimento all'indietro sulla memoria perché numerosi studi precedenti avevano riscontrato collegamenti tra il movimento e la memoria. Nello studio hanno reclutato 114 persone per partecipare a sei diversi esperimenti di memoria. Negli esperimenti, hanno mostrato ai partecipanti un video di un crimine complesso, un elenco di parole o un gruppo di immagini. Hanno quindi chiesto ai partecipanti di camminare in avanti, camminare all'indietro, stare fermi, guardare un video che simulava il movimento in avanti o all'indietro, o immaginare di camminare avanti o indietro. I partecipanti hanno quindi risposto alle domande relative alle informazioni che avevano  visto in precedenza.
In tutti i casi, le persone che si muovevano all'indietro, pensavano di spostarsi all'indietro, o vedevano un video che mostrava il movimento inverso, ricordavano meglio le informazioni che avevano acquisito in precedenza, rispetto a quelle sedute o ferme. In cinque dei sei esperimenti, la memoria era migliore quando le persone si muovevano all'indietro rispetto a quando si muovevano in avanti. In media, l'incremento di memoria è durato per circa  10 minuti dopo che le persone hanno smesso di muoversi.
Nell'esperimento su di un crimine complesso, ad esempio, i partecipanti hanno guardato un video di una donna, seduta in un parco, a cui è stata rubata la borsa. I ricercatori hanno testato il modo in cui le persone rispondevano  a 20 domande sul crimine simulato, a seconda della direzione in cui si muovevano o se erano fermi. Hanno scoperto che le persone che camminavano all'indietro avevano molte più probabilità di rispondere correttamente a più domande, indipendentemente dalla età o da altri fattori.
I risultati suggeriscono che questa strategia di movimento potrebbe essere un mezzo per aiutare le persone a ricordare meglio gli eventi passati.

Migliorare la  memoria a breve termine

Il Dr. Schacter dice che il movimento all'indietro potrebbe un giorno essere aggiunto alle tecniche già in uso per aumentare la memoria. Uno di questi metodi è chiamato intervista cognitiva. La tecnica dell'intervista aiuta le persone a ricordare i dettagli di un evento recente, ad esempio, se hanno assistito ad un crimine. "Quello che gli intervistatori stanno cercando di fare è ottenere quante più informazioni accurate possibile senza indurre una falsa memoria", afferma il dottor Schacter. Lo fanno facendo rivivere metaforicamente l'evento in avanti e all'indietro. È possibile che il semplice camminare all'indietro possa fare qualcosa di simile nel cervello.
L'uso del movimento all'indietro potrebbe potenzialmente aumentare il colloquio conoscitivo o essere usato come tecnica separata, dice. Tuttavia, una domanda chiave che deve ancora essere risolta è se la tecnica promuova un ricordo accurato degli eventi quotidiani, afferma il Dr. Schacter. "È davvero troppo presto per dire se ci sarebbero applicazioni pratiche", dice.
Gli autori dello studio hanno detto che la ricerca futura cercherà di scoprire non solo il motivo per cui questa tecnica sembra migliorare il ricordo della memoria, ma anche se  gli aiuti alla memoria basato sul movimento potrebbero aiutare gli anziani o le persone con demenza.
Nel frattempo, camminando indietro servirà a migliorare la memoria a breve termine? "Questo studio suggerisce che ci sono alcune circostanze in cui questo potrebbe essere vero", afferma il dottor Schacter. 

Can you boost your memory by walking backward?
https://www.health.harvard.edu/newsletters/harvard_womens_health_watch/2019/april. A study shows that moving in reverse may help with short-term memory.