La variante Omicron quello che c’è da sapere

Categoria: Coronavirus
Pubblicato: Giovedì, 02 Dicembre 2021 13:31
Scritto da Ryder Italia Onlus
Visite: 218

Da qualche giorno si parla solo della nuova variante. vediamo  le poche notizie sino ad ora raccolte.

Stephen Sondheim   Atlantic 29/novembre 2021 

 Il coronavirus sta volando sul mondo attraverso l'alfabeto greco.  Venerdì, l'Organizzazione mondiale della sanità ha definito Omicron “una "variante preoccupante", spaventando i mercati azionari e innescando un nuovo ciclo di divieti per i viaggi internazionali.  Oggi, il presidente Joe Biden ha fatto eco al linguaggio dell'OMS, definendo Omicron un "motivo di preoccupazione", ma ha avvertito gli americani di non farsi prendere dal panico.

  Finora si sa poco della variante, afferma una collega Katherine J. Wu.  Abbiamo incontrato Katie per discutere di ciò che sappiamo sulla variante e cosa osservare nelle prossime settimane.

  La conversazione che segue è stata modificata e condensata per chiarezza.

 Cosa sappiamo e cosa non sappiamo di questa variante in questo momento?

  Abbiamo la sequenza genetica e sappiamo che ci sono più di 30 mutazioni nel gene che codifica per la proteina spike.  Ma non sappiamo se le mutazioni sono significative.  E non abbiamo molti dati da cui partire.  Abbiamo tutte queste ipotesi basate sulla sequenza, ma non sono ancora dati reali.

 Gli scienziati stanno ancora esaminando tre cose: se questa variante si diffonde effettivamente più velocemente di altre, se elude le risposte immunitarie e se provoca malattie più gravi rispetto ad altre varianti.  Ne sapremo di più da metà a fine dicembre.

 Gli attuali vaccini funzionano contro Omicron?

 Non l'abbiamo ancora confermato.  Ma anche se questa variante può eludere alcuni degli anticorpi prodotti dalle persone vaccinate, è straordinariamente improbabile che questa variante, o qualsiasi altra variante, sfugga completamente alla risposta immunitaria vaccinata.  Non precipiteremo completamente a protezione zero.

 3. I cittadini completamente vaccinati devono prendere ulteriori precauzioni?

 Una buona mossa ora è ottenere un richiamo e assicurarci che stiamo davvero prestando attenzione a tutte quelle altre misure che sappiamo essere importanti: mascheramento, distanza, attenzione alla ventilazione e test quando ti senti male o pensi di essere stato esposto.

 4. E i non vaccinati?

  Questo virus ha dimostrato più e più volte che non funzionerà bene con le persone non vaccinate.  Vale anche la pena ricordare che lasciare una grande parte della popolazione non vaccinata, che sia a livello di comunità, a livello di paese o a livello globale, è in realtà il modo con il quale si sviluppano più varianti come questa.

  Farsi vaccinare non ti protegge solo dalla malattia.  La vaccinazione evita che il virus sviluppi opportunità di trasformarsi in qualcosa di più pericoloso.

 Omicron potrebbe innescare un'altra ondata in stile della variante Delta nei vari paesi, giusto in tempo per le vacanze?

 È davvero troppo presto per fare ipotesi.  Non sappiamo abbastanza su questa variante.  Una cosa da tenere a mente è che ciò che fa un virus dipende da noi almeno quanto il virus stesso.  Potremmo prevenire totalmente la situazione da incubo.  È possibile un'ondata?  Sì.  È anche prevenibile?  Assolutamente.

 Sto sicuramente pensando a come posso rendere i miei piani per le vacanze il più sicuri possibile.  Ciò non significa che annullo tutto.  Ma sto pensando a cose del tipo, dove devo viaggiare?  Avrò abbastanza test a portata di mano?  È necessario solo esaminare la mia lista di controllo con molta attenzione.

 Cosa significa questo per la lotta globale contro il virus?

  Ciò evidenzia davvero quanto sia importante l'equità del vaccino.  Qualcosa che colpisce una persona in una comunità globale e interconnessa alla fine influenzerà tutti quando la minaccia è contagiosa.  Dobbiamo cercare di livellare il campo di gioco, per assicurarci che le persone in tutto il mondo abbiano pari accesso alle risorse per proteggersi da questo virus.

 Quanto dovremmo essere nel panico in questo momento?

  Per niente.  Non è mai il momento di farsi prendere dal panico.  È controproducente.  Reagire con saggezza e reagire in modo sensato e utilizzare gli strumenti che abbiamo è sempre la mossa migliore.

 Non farsi prendere dal panico.  Fare solo attenzione.  Cerchiamo di mantenere flessibile il nostro pensiero su dove sta andando la pandemia, perché potrebbe dirigersi ancora in qualsiasi altra direzione.